Cara Cittadina, caro Cittadino,
la risoluzione del problema della gestione dei rifiuti e del loro smaltimento è uno dei più impegnativi compiti a cui sono chiamati gli Amministratori pubblici, che devono assumere decisioni nell'interesse generale e nel rispetto dell'ambiente.

La situazione è a conoscenza di tutti e ogni giorno i mezzi di informazione ci forniscono notizie allarmanti e denunciano disservizi, degenerazioni e di come una cattiva gestione di tale problema si ripercuota sulla vita di ciascuno di noi; inoltre la problematica della carenza degli impianti di smaltimento incombe con il rischio che si venga a creare una situazione incontrollata.
Nel nostro Comune è attivo da anni un servizio di raccolta attraverso i "cassonetti" distribuiti in modo capillare e ubicati ai margini delle strade o in spazi ricavati in piazze o aree pubbliche; purtroppo si assiste ad un incremento del fenomeno dell'abbandono dei rifiuti, della migrazione degli stessi da altre zone e l'accentuarsi di cattive abitudini da parte di tanti cittadini che non consentono di gestire in modo funzionale e corretto il servizio, nonostante i costi gravosi che sono a carico di tutti noi.
Inoltre, tale forma di raccolta non riesce più a garantire efficienza del servizio e risultati soddisfacenti per il grado di differenziazione del rifiuto, che raggiunge per il nostro Comune appena il 31,7% a fronte del 65% imposto dalla legge; quest'ultimo è considerato un obiettivo minimo che andrà gradualmente ad alzarsi, pena l'imposizione di una "eco-tassa" per coloro al di sotto di tale soglia.
Per questi motivi è da alcuni anni che abbiamo richiesto l'attivazione del sistema di raccolta "porta a porta" anche per il nostro Comune, che ha visto ottimi risultati in altri territori anche a noi vicini (es. Capannori, Fucecchio, Monsummano Terme, Larciano, Lamporecchio, ecc...) con il raggiungimento di elevate percentuali di raccolta differenziata.
Passare a questo sistema è oggi possibile a seguito della conclusione della complessa procedura di affidamento della gestione del servizio nell'area della Toscana Centrale al Gestore unico "ALIA s.p.a."; tale sistema di raccolta inizierà nel corso del 2018 e vedrà coinvolti anche altri cinque Comuni confinanti in modo da ottenere una maggiore omogeneità territoriale.
L'inizio del nuovo modello di raccolta prevede una intensa e capillare "campagna di informazione" e una contemporanea distribuzione dei materiali occorrenti che interesseranno tutte le famiglie e le imprese del Comune, con inizio già dal prossimo mese di maggio e con attivazione del servizio in autunno.
Il Consiglio Comunale ha adottato le deliberazioni necessarie per le azioni di miglioramento della gestione dei rifiuti e proprio per queste finalità è previsto un incremento dei costi che vanno a gravare sulla tariffa; essi derivano dai costi della campagna di comunicazione, dall'acquisto e consegna di bidoncini a ciascuna utenza, dai nuovi mezzi per effettuare la raccolta e dal personale aggiuntivo necessario.
Siamo consapevoli che questa ultima è considerata una notizia non piacevole, ma credo che sia serio e responsabile rendere tutti i cittadini partecipi di quanto sarà messo in atto e dei benefici che ne deriveranno per l'intera comunità, compresa la riduzione dei costi dopo l'ammortamento della spesa iniziale ed una più equa distribuzione degli stessi sulla tariffa.

Ponte Buggianese, 27 marzo 2018

Cordialmente,
Pier Luigi Galligani

Comune di PONTE BUGGIANESE

Piazza Santuario, 1 - 51019 Ponte Buggianese (PT)
Tel. 0572.93211 - Fax 0572.636467 - P.IVA 00869810473
C.F 81002720472 - segreteria@comune.ponte-buggianese.pt.it


 

 

 


Sito accessibile realizzato da Ikonart